Consorzio Industriale Provinciale Oristanese

mappa del sito
spacer

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

  News - Consorzio

Le scuse ufficiali di Pasquale Onida al Presidente del Consorzio Industriale
06 nov 12 11:51
Scritto da Segreteria Consorzio


PASQUALE ONIDA: «PRESIDENTE MI SCUSI. LE MIE AFFERMAZIONI SONO STATE ECCESSIVE». E ATZORI RITIRA LA QUERELA
Dopo oltre 3 anni l’ex presidente della Provincia di Oristano riconosce la leggerezza delle sue dichiarazioni nei confronti di Claudio Atzori, accusato di non esplicare professionalmente il suo mandato

Ci sono voluti più di tre anni per chiarire la vicenda che ha visto protagonisti l’ex presidente della Provincia Pasquale Onida e il presidente del Consorzio Industriale Claudio Atzori.

Tutto in regola per la Procura della Repubblica: i passaggi relativi all’avvio dei lavori dell’impianto dei rifiuti e le procedure concorsuali sono risultate corrette scagionando le accuse mosse da Onida, che all’epoca dei fatti (estate 2009) presiedeva l’ente provinciale di Oristano, contro il presidente del Consorzio Industriale Claudio Atzori.

Accuse che sono costate una denuncia a Pasquale Onida, querelato nell’agosto del 2009 da Atzori per le dichiarazioni espresse durante una conferenza stampa (8 luglio 2009) – da lui stesso poi riconosciute “inappropriate” – sulla sua persona e sull’operato dell’ente consortile.

Questa mattina, in un’aula del Tribunale di Oristano, le scuse ufficiali di Onida, nero su bianco in una nota del suo avvocato: «Riconosco le mie affermazioni eccessive. Ritengo inappropriate le affermazioni relative al signor Claudio Atzori, in generale in relazione alla correttezza professionale nell’esplicazione del suo mandato quale Presidente del Consorzio Industriale e, in particolare, relativamente all’avvio dei lavori del nuovo impianto di trattamento RSU e ad alcune procedure concorsuali».

Il commento a caldo del Presidente del Consorzio Industriale Claudio Atzori che, dopo le scuse di Onida, ha ritirato la querela: «Dopo aver sentito i testimoni di Onida durante le udienze ho avuto la conferma che è stato mal informato sul mio conto. Sono soddisfatto di questo epilogo e ho ritirato la querela vista l’amissione di colpa e le scuse ufficiali che colmano il danno di immagine che ho subito».



Letta 1674 volte


Notizia precedente
Rete di distribuzione consortile del gas metano. Per la realizzazione il Consorzio coinvolge le imprese


Notizia successiva
Seminario gratuito per le imprese. Venerdì ultimo appuntamento del programma