Consorzio Industriale Provinciale Oristanese

mappa del sito
spacer

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

  News - Consorzio

Nuova Lottizzazione Lungo Il prolungamento della Via Parigi
25 feb 10 11:33
Scritto da Segreteria Consorzio


È importante una riflessione generale sulle ripercussioni che la crisi economica ha generato nella realtà economica di più immediato riferimento per il Consorzio.

La dimensione “ridotta” della struttura produttiva ha consentito agli Uffici del Consorzio di analizzare quasi caso per caso, con interviste dirette, lo stato di salute delle imprese: sicuramente è stata segnalata una sensibile riduzione dei fatturati (pari a circa il 30%) da parte delle aziende insediate collegate al comparto zootecnico e da parte di quelle che effettuano lavorazione dei minerali a servizio dell’industria motoristica, mentre negli altri settori sono stati segnalati cali di produzione, non particolarmente significativi, ma comunque reali.

Peraltro alcuni imprenditori che operano non soltanto in provincia di Oristano ma anche in altre aree d’Italia, hanno fornito un dato interessante rappresentando che i cali fatturato registrati in provincia, sono comunque nettamente inferiori a quelli subiti nella altre sedi (-11% circa contro fenomeni di anche -50%).

La sensazione percepita è quella di un settore industriale che ha subito sicuramente una ripercussione diretta della crisi internazionale, con un contraccolpo tuttavia meno violento rispetto ad altre realtà che, nel comparto collegato all’agricoltura ed alla zootecnia, si è sommato ad una crisi già in atto, scollegata da questo macro fenomeno di congiuntura finanziaria negativa, amplificandone in parte gli effetti.

È stata anche percepita una buona capacità di investire in termini di prospettive future: le imprese restano, cioè, in “attesa” di comprendere l’evoluzione dei mercati ed in particolare attendono la prossima stagione autunnale, individuando nei prossimi mesi una sorta di “giro di boa” dell’economia provinciale.

Dal punto di vista occupazionale, invece, non sono state segnalate situazioni che possano generare allarme sociale. In generale, infatti, le imprese del comparto industriale stanno fronteggiando la riduzione dei volumi di vendita con un maggior controllo dei costi, che si traduce in una riduzione dei servizi esterni ed in una razionalizzazione dell’utilizzo del personale dipendente, con riduzione dei turni o degli orari di lavoro.

Con esclusione delle imprese che già fanno ricorso a forme di ammortizzatori sociali (Cassa Integrazione, mobilità, non sono state prospettate, almeno per i prossimi mesi, possibilità di utilizzo di questi sistemi da parte degli operatori contattati.

Sicuramente si registra un calo rispetto alla concretizzazione di nuove iniziative produttive sebbene le manifestazioni di interesse alla localizzazione, attraverso richieste di informazioni o assistenza, sono comunque significative.

In particolare, si registrano numerose istanze di assegnazione di aree da parte di attività a dimensione artigianale e, per far fronte alle richieste di tale tipologia insediativa, il Consorzio, tenuto conto delle precedenti esperienze e delle esigenze manifestate dalle Rappresentanze Artigiane, ha già redatto il Progetto Preliminare per la realizzazione di una nuova lottizzazione per attività di piccola dimensione.

Il Progetto prevede la qualificazione dell’offerta localizzativa da parte dell’Ente, che si propone di aggiungere alla tradizionali aree attrezzate anche delle strutture.

In particolare l’obiettivo è quello di offrire un prodotto finito “chiavi in mano” con la realizzazione a carico del Consorzio di Fabbricati di piccole dimensioni da cedere in proprietà, unitamente alle relative pertinenze (piazzali e aree comuni, viabilità privata, ecc).

La nuova lottizzazione, completa della infrastrutturazione primaria e degli spazi comuni, interesserà complessivamente un’area di 21.000 metri quadrati ubicata lungo il prolungamento della Via Parigi, nel Corpo Nord dell’Agglomerato: quest’ultimo intervento infrastrutturale - di estensione della viabilità consortile - è anch’esso funzionale al rinvenimento di nuovi spazi localizzativi limitrofi al Centro Urbano di Oristano e stralcio di un Progetto più ampio che prevede la realizzazione del collegamento della citata Via Parigi con la Oristano - Santa Giusta, dando maggior respiro e visibilità al comparto industriale.

La lottizzazione si comporrà di n. 20 Fabbricati distinti in due tipologie dimensionali:

- n. 4 Fabbricati di tipo “A”: superficie coperta mq 600, oltre le pertinenze

- n. 16 Fabbricati di tipo “B”: superficie coperta mq 300, oltre le pertinenze

La scelta di optare per un prodotto finito, in luogo della individuazione di aree da cedere, eviterà le problematiche connesse alla realizzazione degli stabili da parte dei singoli artigiani consentendo una maggiore razionalizzazione dell’intervento anche mediante la definizione degli spazi comuni, della viabilità, delle infrastrutture primarie in genere, da parte del Consorzio, con il conseguimento di una maggiore celerità di realizzazione dell’intervento con sensibili economie sui costi di costruzione.




Letta 2158 volte


Notizia precedente


Notizia successiva
Elezione del Presidente del Consorzio Industriale Provinciale Oristanese