Consorzio Industriale Provinciale Oristanese

mappa del sito
spacer

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

  News - Consorzio

Siglato un accordo con la Provincia e con i Comuni di Oristano e Santa Giusta
28 feb 12 11:57
Scritto da Ufficio Comunicazione


IL CIPOR A SERVIZIO DELLE COLLETTIVITà TERRITORIALI
L'Ente consortile incaricato di progettare interventi e lavori stradali oltre l'agglomerato industriale

I tecnici del Consorzio Industriale Provinciale di Oristano sono al lavoro per presentare lo studio di fattibilità tecnica che darà corso ai lavori per l’adeguamento della viabilità e le intersezioni stradali nel tratto tra Oristano, la Strada Provinciale 56 e Santa Giusta.

L’Ente consortile ha stipulato una convenzione con l’Amministrazione provinciale di Oristano, il Comune di Santa Giusta e quello di Oristano, con la quale gli è stato affidato l’incarico di effettuare tutte le valutazioni, le analisi tecniche e le indagini opportune per la realizzazione degli interventi nel tratto stradale all’incrocio tra via Cagliari e via Messina a Oristano, la SP 56, e l’incrocio tra via Giovanni XXIII e via Manzoni a Santa Giusta.

In questa porzione di strada, va ricordato come il Consorzio abbia in cantiere la realizzazione di un raccordo tra la Strada Provinciale 56 e la via Parigi (nell’agglomerato Nord dell’area industriale) i cui lavori non sono ancora stati affidati a causa del ritardato trasferimento delle risorse da parte della Regione.

«Con questa convenzione il Consorzio intende accreditarsi sempre di più come ente tecnico a servizio delle collettività territoriali anche in ambiti esterni all’agglomerato industriale, fornendo servizi di utilità generale», spiega il direttore Marcello Siddu. «L'importanza dell'incarico ricevuto è determinata dal fatto che nella zona che sarà oggetto degli interventi previsti dalla convenzione - sottolinea Siddu - si incontrano le competenze di tutti e quattro i soggetti che hanno sottoscritto l'accordo e accolto questo progetto, e questo consentirà perciò di affrontare in maniera coordinata la pianificazione di interventi di viabilità in un'area nevralgica quale l'ingresso Sud di Oristano. Ci auguriamo che questo sia il primo di una serie di accordi futuri in questa direzione», conclude il direttore. 

 

 

 

 

 




Letta 1513 volte


Notizia precedente
L'Ente punta sulla tecnologia del Solare Termodinamico


Notizia successiva
Pec, proroga scadenza al 30 giugno