Consorzio Industriale Provinciale Oristanese

mappa del sito
spacer

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

  News - Consorzio

Capodanno, 182 tonnellate di rifiuti prodotte in provincia di Oristano
05 gen 12 10:43
Scritto da Ufficio Comunicazione


Capodanno, 182 tonnellate di rifiuti prodotte in provincia di Oristano
Primi quattro giorni di attività intensa nel nuovo impianto di trattamento di Arborea nel quale hanno cominciato a conferire tutti i comuni dell’Oristanese

Più di 180 le tonnellate di rifiuti raccolte all’alba del 2 gennaio in provincia di Oristano che sono finite nell'impianto di trattamento Rsu (rifiuti solidi urbani) in località Masangionis, ad Arborea. Da lunedì scorso a oggi sono state conferite 620 tonnellate di immondizia, per una media giornaliera di conferimenti pari a 150 tonnellate.

Grazie alla sua messa in funzione il giorno dopo capodanno, tutti i comuni dell’Oristanese hanno potuto accorciare il tragitto per il trasporto dei rifiuti che in precedenza venivano smaltiti in altri siti fuori dalla Provincia.

«Il primo giorno sono state conferite 93,80 tonnellate di secco indifferenziato, 73,3 di umido organico e 15,3 tonnellate di rifiuti raccolti nelle operazioni di spazzamento stradale», precisa Marcello Siddu, direttore del Consorzio Industriale Provinciale di Oristano.

Attività a pieno regime per gli operatori impiegati nell’impianto che verrà inaugurato ufficialmente nelle prossime settimane. L'infrastruttura è infatti già operativa dopo solo due anni e mezzo dall’inizio dei lavori e un rilevante investimento di circa 22 milioni di euro. «Abbiamo fatto di tutto per accelerare ogni passaggio, il progetto è stato completato quasi integralmente ma la struttura è efficiente e in grado di svolgere il suo servizio», ha commentato il presidente dell’Ente consortile Claudio Atzori.

«Ringrazio, a nome di tutto il Consiglio di Amministrazione, i tecnici e il personale del Consorzio che hanno lavorato intensamente anche a ridosso delle festività natalizie, i Vigili del Fuoco, la Asl 5, il Settore Ambiente della Provincia, il Servizio Tutela dell’Atmosfera e Sicurezza del Territorio della Regione, Amministratori e tecnici del Comune di Arborea che hanno contribuito con il loro impegno all’attivazione dell’impianto».     

Soddisfatto il primocittadino del comune di Arborea, Pierfrancesco Garau. La comunità della Bonifica si è mostrata disponibile sin dalla fase progettuale alla realizzazione dell’opera.  

«Ottenuto un risultato abbiamo già la testa al prossimo obiettivo», precisa il sindaco di Arborea che pone l’accento sull’apprensione degli amministratori all’indomani del blocco nello stabilimento di Macchiareddu che impedisce il conferimento delle carcasse animali. «Le realtà agro-zootecniche locali sono costrette a conferire in Continente a costi molto più elevati», spiega ancora Garau, «quindi abbiamo bisogno che si concretizzi quanto prima a Masangionis anche l’impianto per il trattamento delle carcasse animali e degli scarti di macellazione».

Il Consorzio Industriale Provinciale di Oristano attende un riscontro da parte della politica regionale per avviare anche questo progetto. 




Letta 1589 volte


Notizia precedente
Masangionis, impianti operativi


Notizia successiva
Area industriale, strade più sicure senza rischi e insidie