Consorzio Industriale Provinciale Oristanese

mappa del sito
spacer

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

  News - Consorzio

Il Consorzio Industriale per un “Sistema Integrato di Security”
21 feb 11 09:14
Scritto da Segreteria Consorzio


Alla presenza degli insediati, dei rappresentanti delle Forze dell’Ordine, si è svolto, presso i locali del Consorzio Industriale Provinciale Oristanese, l’incontro per la presentazione del Progetto “Sistema Integrato di Security”. Con questo Progetto l’Ente intende affrontare il problema della sicurezza riferendolo all’intera area industriale di Oristano. Il primo incontro è servito all’illustrazione degli obiettivi del Progetto ed alla creazione di una sinergia tra chi di sicurezza ha bisogno e chi di sicurezza si occupa. Il direttore del Consorzio Industriale Marcello Siddu e il referente del progetto Gian Marco Fadda hanno evidenziato la possibilità di elevare i livelli di sicurezza nell’area da considerare come una sorta di condominio, dove, molti agiscono in autonomia, semplicemente razionalizzando ed ottimizzando le diverse contromisure da parte di tutti gli insediati, ottenendo una riduzione dei rischi e l’abbattimento dei costi”.
“La sicurezza è una precondizione dello sviluppo economico, – spiega il referente del progetto – è la base per garantire a un’azienda la concorrenzialità di cui ha bisogno. S’intende procedere attraverso lo studio del territorio e delle esigenze delle singole aziende per poi giungere ad un sistema integrato di gestione del rischio, con un’opera di prevenzione, in primis, per arrivare al maggior decremento possibile dei fenomeni delittuosi ovvero creando infrastrutture che scoraggino e rallentino gli atti criminosi.
Nel corso dell’incontro sono stati recepiti i suggerimenti dei rappresentanti delle Forze dell’Ordine che operano nell’Area (Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e Capitaneria), che verranno coinvolti nella successiva fase di elaborazione del Progetto e che avranno un ruolo fondamentale nella fase operativa. In particolare, il questore Dott. Giovanni Pinto rileva che pur non trovandosi l’area oristanese in una “situazione di particolare allarme criminalità”, suggerisce comunque un coordinamento e un’omologazione degli interventi di security per la razionalizzazione di rischi e costi in un’area a volte trascurata”.
Iniziativa particolarmente interessante, ancora, per molti degli insediati, che lamentano intrusioni e atti vandalici nelle proprie aziende che spesso non vengono nemmeno denunciati alle Forze dell’Ordine e che intendono partecipare alla seconda fase del progetto: quella dell’analisi delle necessità di ogni singola azienda.




Letta 1760 volte


Notizia precedente
"Convegno Sicurezza": Progetto per le Aziende dell'Area Industriale


Notizia successiva
Claudio Atzori è il nuovo Presidente del Consorzio