Consorzio Industriale Provinciale Oristanese

mappa del sito
spacer

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

  News - Consorzio

Un focus per conoscere meglio come funziona il più grande impianto di depurazione della provincia di Oristano: il Depuratore consortile del Consorzio Industriale
28 lug 14 19:14
Scritto da Ufficio Comunicazione


COME FUNZIONA IL DEPURATORE CONSORTILE? LO SPIEGANO I TECNICI DELL’INFRASTRUTTURA NEL NUOVO SPECIALE OPENSARDEGNA
L’Impianto realizzato e gestito dal Consorzio Industriale Provinciale Oristanese è il protagonista di un focus realizzato dalla redazione giornalistica di Articolo21mag

È il più grande impianto di depurazione della provincia di Oristano. In principio concepito solo per servire l’agglomerato industriale e una parte del Comune di Oristano, oggi nel Depuratore consortile vengono captati i reflui provenienti da tutto il capoluogo oristanese e da altri tre comuni dell’hinterland: Cabras, Santa Giusta e Palmas Arborea.

Per far conoscere meglio i servizi e l’utilità di questo impianto realizzato e gestito direttamente dal Consorzio Industriale, l’Ente consortile ha voluto dedicare un servizio che facesse toccare con mano il funzionamento dell’infrastruttura. (Nelle foto: a sinistra Gianni Pirellas, responsabile Impianto di depurazione; a destra Salvatore Daga, dirigente Ufficio tecnico Impianti consortili e gestioni Cipor). 

 

 Grazie alla recente riattivazione della linea di trattamento dei rifiuti liquidi, nel Depuratore del Consorzio è nuovamente possibile smaltire le fosse settiche e i reflui industriali.

Sia le imprese del settore degli spurghi civili, sia le comunità territoriali servite dall’Impianto, possono quindi usufruire del Depuratore del Consorzio per smaltire gli spurghi fognari. (A sinistra un auto spurgo durante la fase di conferimento nell'impianto).

Con la definizione del Piano regionale di risanamento delle acque per il completamento dello schema fognario depurativo (schema n. 170), entro l’anno il Depuratore consortile sarà in grado di captare i reflui da ulteriori comunità territoriali.

 Per vedere lo speciale: http://www.articolo21mag.it/a-oristano-smaltire-i-rifiuti-costera-meno/

Anche su Youtube, Facebook e Twitter. 

 

 

 

 




Letta 1027 volte


Notizia precedente
“A settembre ruspe in azione in via Parigi”. Il nuovo speciale Opensardegna dedicato agli interventi nella strada consortile tanto attesi dagli imprenditori


Notizia successiva
Sicurezza nei luoghi di lavoro, l'Inail finanzia le piccole e micro imprese