Consorzio Industriale Provinciale Oristanese

mappa del sito
spacer

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

  News - Consorzio

Cinquanta palme del Cipor “cavie” per la sperimentazione di trattamenti endoterapici per il controllo del punteruolo rosso
27 mag 14 12:14
Scritto da Ufficio Comunicazione


LA LOTTA AL PUNTERUOLO ROSSO NELL’AREA INDUSTRIALE SI RAFFORZA CON INIEZIONI SPERIMENTALI A 50 PALME
È stata avviata oggi un'ulteriore campagna di profilassi su gran parte delle piante del Consorzio esposte alla minaccia del parassita e sulle quali sono già stati eseguiti la settimana scorsa gli interventi esoterapici

Parte oggi una task force sperimentale su 50 piante consortili lungo la via del Porto minacciate dal parassita delle palme.

Si tratta di un ulteriore intervento  promosso dal Comune di Oristano ed esteso anche all’area industriale  rispetto a quello eseguito su tutte le 115 palme del Cipor colpite dall’emergenza causata dal punteruolo rosso, effettuato dalla società incaricata per la disinfestazione.

Tra le misure fitosanitarie individuate nel Piano di azione regionale per contrastare il fitofago, infatti, oltre i trattamenti esoterapici già effettuati la settimana scorsa in tutte le palme del nucleo industriale, e con i qualil’insetticida è stato applicato all’esterno delle piante, da oggi e per sei mesi verrà sperimentato anche un altro sistema di lotta biotecnologica su 50 palme che prevede l’applicazione delle sostanze agenti in endoterapia.   


Una metodologia attraverso la quale gli insetticidi vengono iniettati con delle apposite cannule permanenti all’interno del tronco delle piante per rafforzare l’azione delle applicazioni esterne dei presidi sanitari. Con questo sistema le successive applicazioni si possono effettuare senza dover "ripungere" le palme che altrimenti si indebolirebbero risultando ancora più sensibili agli attacchi parassitari.    

L’efficacia di tale intervento potrà essere verificata solo nei prossimi mesi osservando la risposta delle piante sottoposte a questo ulteriore intervento. 

 

 

 

 

 

 

 




Letta 1338 volte


Notizia precedente
Punteruolo rosso nell'area industriale: via libera degli imprenditori alla disinfestazione


Notizia successiva
Impianto dei rifiuti di Arborea, dati positivi anche nel secondo anno di attività