Consorzio Industriale Provinciale Oristanese

mappa del sito
spacer

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

  News - Consorzio

Rete veloce nell'area industriale: finalmente si parte
10 apr 14 12:14
Scritto da Ufficio Comunicazione


NELL'AGGLOMERATO INDUSTRIALE ARRIVA LA BANDA LARGA  
Telecom Italia si fa avanti ed è disposta ad attivare 
la fibra ottica per le aziende dell’area portuale

Per le imprese dell’area portuale di Oristano i limiti della rete telematica potranno essere finalmente superati prima dell’estate.

Lo hanno annunciato due rappresentanti del settore business di Telecom Italia durante un incontro organizzato dal Consorzio Industriale Provinciale Oristanese, che si è svolto ieri pomeriggio (mercoledì 9 aprile) nella sede dell’ente consortile.

Un appuntamento voluto dal Consorzio per informare le imprese dell’agglomerato centrale riguardo la connessione in fibra ottica che Telecom Italia sarebbe disponibile ad attivare.

I referenti commerciali del gestore di telecomunicazioni hanno spiegato di aver accolto con interesse la richiesta del Cipor (Consorzio Industriale Provinciale Oristanese) per portare la banda larga e sopperire alla carenza di connettività nell’area industriale. Ad usufruire del servizio saranno per ora le aziende operative nell’area portuale che risultano agevolate dalla vicinanza con la centrale di Telecom, situata proprio nei pressi del porto.

«Abbiamo invitato le imprese per riunire un numero di istanze consistente in modo da negoziare con il gestore le condizioni economiche migliori per le nostre aziende consorziate», spiega il manager del Cipor Marcello Siddu.

Ora Telecom attende le manifestazioni di interesse delle aziende per poter formulare una proposta commerciale personalizzata in base alle caratteristiche ed esigenze di ogni singola azienda.

«Il problema della fibra ottica nell’area industriale è annoso», sottolinea Siddu «questa è un’opportunità che consentirà alle nostre realtà produttive di lavorare con una rete digitale adeguata già dal prossimo mese e, permetterà al Consorzio, di ampliare l’offerta insediativa nell’agglomerato anche alle attività che operano nel settore dell’Ict, cioè nell’ambito delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, per le quali è indispensabile garantire una connettività efficiente e veloce. A questo punto, – chiosa il direttore – non è più necessario attendere le lungaggini della Regione, dalla quale aspettiamo ancora un riscontro».

L’investimento di Telecom Italia, infatti, renderebbe di fatto inutile l’infrastruttura realizzata dalla Regione, e mai messa in funzione, nell’ambito del progetto “Sics II” per l’attivazione della banda larga nell’agglomerato, sollecitata da diversi anni sia dal Consorzio che dal Comune di Oristano.


 




Letta 1124 volte


Notizia precedente
Porto industriale, ora telefonare è più facile


Notizia successiva
Area di crisi. Nuove modifiche al bando e ai termini di presentazione delle domande