Consorzio Industriale Provinciale Oristanese

mappa del sito
spacer

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

  News - Consorzio

Nuovo bando regionale da 40 milioni di euro per le imprese. La scadenza per partecipare è fissata per il prossimo 14 febbraio
03 gen 14 16:39
Scritto da Ufficio Comunicazione


CON I PIA 40 MILIONI DI EURO PER RILANCIARE L'ECONOMIA DELL'ISOLA 
Le aziende interessate hanno tempo sino al 14 febbraio per presentare le domande di accesso al nuovo bando regionale  
 
Entro il prossimo 14 febbraio (ore 20.00) le imprese sarde possono partecipare al bando regionale pubblicato lo scorso 20 dicembre nel sito della Regione Autonoma della Sardegna (RAS) che mette in campo 40 milioni di euro per rilanciare il sistema economico della Sardegna, attraverso i Piani Integrati di Agevolazione (PIA) Industria, Artigianato e Servizi.

Un intervento che punta a migliorare ed aumentare la competitività, riqualificare i processi produttivi e sviluppare le innovazioni delle imprese sarde.

La procedura per accedere alle agevolazioni prevede l’elaborazione di un Piano di Sviluppo Aziendale in formato pdf, da trasmettere (unitamente alla domanda di accesso) per via telematica attraverso l’apposito sistema informatico disponibile sul sito della RAS
 e nel sito tematico Sardegna Programmazione. 

L’iter è articolato in due fasi distinte: la prima per l’individuazione dell’elenco dei beneficiari, la seconda riguarda la valutazione e l’istruttoria dei Piani di Sviluppo Aziendale.

I soggetti beneficiari
Imprese, singole o aggregate, che promuovono un Piano di Sviluppo Aziendale - articolato in Piani specifici - per la realizzazione di investimenti produttivi innovativi, l’acquisizione di servizi reali, la realizzazione di attività di ricerca industriale, sviluppo sperimentale e lo svolgimento di attività di formazione.

Decorrenza dell’ammissibilità delle spese
1) Possono beneficiare dell’agevolazione solo i Piani di Sviluppo Aziendale, i cui lavori sono stati avviati successivamente alla data di presentazione della domanda di accesso di cui alla FASE 1 del bando o della specifica domanda prevista nel bando per le Aree di crisi e i territori svantaggiati della Sardegna; 2) Il Piano di Sviluppo Aziendale deve concludersi entro 36 mesi dalla data del provvedimento di conferma dei benefici per i soggetti valutati positivamente al termine della FASE 2.
 
I settori ammissibili
Settori di attività industria, artigianato e servizi così come inquadrate dall’INPS, ricomprese nelle seguenti sezioni e/o gruppo della classificazione ATECO 2007: Estrazione di minerali da cave e miniere, Attività manifatturiere, Fornitura di acqua, reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti, Costruzioni, Riparazione di autoveicoli e motocicli, Trasporto e Magazzinaggio, Servizi di informazione e comunicazione, Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese, Altre Attività di Servizi limitatamente. Per le limitazioni è opportuno consultare l‘articolo del bando relativo ai settori ammissibili.
 
Intensità dell’aiuto
Le agevolazioni sono concesse sotto forma di contributo a fondo perduto, calcolato nei limiti dell’Equivalente Sovvenzione Lordo (ESL) stabilito dalla Carta degli Aiuti a finalità regionali, per il periodo 2007‐2013, sulla base delle spese ritenute agevolabili.

Decorrenza
Validazione delle domande dalle ore 10.00 del 20 gennaio 2014 alle ore 20.00 del 10 febbraio 2014; saranno istruite tutte le domande validamente trasmesse con l’apposito sistema informatico, secondo le indicazioni del Bando.
 
Informazioni, modulistica e documentazione nella sezione bandi e gare del sito della Regione.
Info procedimento: Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) del Centro Regionale di Programmazione, via Cesare Battisti - Cagliari.   



Letta 1097 volte


Notizia precedente
Festività natalizie, chiusura uffici consortili


Notizia successiva
Finanziamenti alle imprese. Bando ISI: l'Inail copre il 65% delle spese per incentivare la sicurezza nei luoghi di lavoro