Consorzio Industriale Provinciale Oristanese

mappa del sito
spacer

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

  News - Consorzio

Interventi per l’Area di Crisi di Oristano. Gli imprenditori locali possono inviare le manifestazioni di interesse dall’11 marzo
21 feb 13 11:43
Scritto da Ufficio Comunicazione


AREA DI CRISI. DALL’11 MARZO VIA ALLE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE
Ieri in un incontro ad Abbasanta promosso dall’Assessorato della Programmazione è stata comunicata la data per l’inoltro delle richieste per usufruire degli incentivi

Gli imprenditori dell’Oristanese potranno inoltrare le richieste di partecipazione ai bandi previsti dai PFSL (progetti di filiera di sviluppo locale) della Sardegna Centrale per l’Area di Crisi di Oristano a partire da lunedì 11 marzo e sino al 30 aprile 2013. Prima però è necessario accreditarsi attraverso il "sistema di gestione delle identità digitali (Identity Management)" della Regione Autonoma della Sardegna. Per avere chiarimenti sulle procedure di accreditamento (indispensabili per  accedere ai bandi) si può contattare il call center allo 070/6062279 (orario 9-13.30 / 15-18) dal lunedì al venerdì oppure scrivere al seguente indirizzo di posta elettronica: idm@regione.sardegna.it.

Le imprese beneficiarie degli aiuti sono quelle che operano nei settori manifatturiero, agroalimentare e turistico.

Gli interventi prevedono una serie di opportunità sia per l’avvio di nuove aziende, sia per quelle già operative che si trovano nei 45 Comuni destinatari degli aiuti, che lo ricordiamo sono: ABBASANTA, AIDOMAGGIORE, ALLAI, ARDAULI, BARATILI SAN PIETRO, BAULADU, BIDONÌ, BONARCADO, BORONEDDU, BUSACHI, CABRAS, CUGLIERI, FORDONGIANUS, GHILARZA, MILIS, NARBOLIA, NEONELI, NORBELLO, NUGHEDU SANTA VITTORIA, NURACHI, OLLASTRA, ORISTANO, PALMAS ARBOREA, PAULILATINO, RIOLA SARDO, SAMUGHEO, SAN VERO MILIS, SANTA GIUSTA, SANTU LUSSURGIU, SEDILO, SENEGHE, SIAMAGGIORE, SIAMANNA, SIAPICCIA, SIMAXIS, SODDÌ, SOLARUSSA, SORRADILE, TADASUNI, TRAMATZA, ULA TIRSO, VILLANOVA TRUSCHEDU, VILLAURBANA, ZEDDIANI e ZERFALIU.

Le risorse disponibili per l’Oristanese ammontano a 30milioni di euro che andranno ripartiti per le attività manifatturiere industriali o artigianali che siano localizzate nell’area industriale o nelle aree PIP del Parco imprese (13milioni), per il settore turistico (6milioni) e per quello agroalimentare (7milioni e 500mila euro).

Sino al 30 settembre 2015 è possibile ottenere gli incentivi previsti dal bando “Bonus assunzionale” (di cui abbiamo già dato notizia l’11 gennaio nel sito) - che rientra tra gli interventi dei PSL per l'Area di crisi di Oristano - per l’assunzione di lavoratori svantaggiati e molto svantaggiati residenti nei 45 Comuni destinatari delle azioni previste dal PSL Area di crisi di Oristano. Attraverso questo bando, le imprese avranno la la copertura dei costi salariali di un anno per i lavoratori svantaggiati, e 2 anni per quelli molto svantaggiati.

Per ulteriori informazioni contattare il Bic Sardegna spa allo 070/27.80.88.

 

 




Letta 1277 volte


Notizia precedente
Bandi Sardegna Ricerche: il 27 febbraio presentazione alle imprese oristanesi


Notizia successiva
Come accedere agli aiuti previsti per l'Area di crisi di Oristano? I referenti del progetto lo spiegheranno in un incontro promosso dal Consorzio