Consorzio Industriale Provinciale Oristanese

mappa del sito
spacer

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

  News - Consorzio

Tre bandi dedicati alle piccole e medie imprese per favorire innovazione e ricerca
13 feb 13 11:32
Scritto da Ufficio Comunicazione


IMPRENDITORI E RICERCATORI INSIEME PER INNOVARE LE IMPRESE
Tre bandi di Sardegna Ricerche finalizzati all’avvio di progetti strategici che vedono protagonisti i soggetti del mondo imprenditoriale e della ricerca per raggiungere obiettivi comuni

Sardegna Ricerche, l’ente sardo per la ricerca e lo sviluppo tecnologico (ex Consorzio Ventuno), ha pubblicato tre bandi per promuovere iniziative comuni tra imprese ed enti di ricerca, con l’obiettivo di valorizzare le potenzialità innovative delle aziende e trasferire a beneficio delle imprese, le conoscenze scientifiche e tecnologiche date dalle attività di ricerca.

Bando “Reti per l’innovazione”

Questo bando consiste in un intervento per favorire la realizzazione di progetti di innovazione presentati da un raggruppamento di almeno 3 piccole e medie imprese industriali, artigiane e di servizi (costituite in consorzio, società consortile o contratto di rete), che operino nei settori previsti dal bando e che siano regolarmente iscritte nel registro delle imprese, in collaborazione con enti di ricerca o fornitori di servizi.

I progetti devono avere come obiettivo la valorizzazione di nuove conoscenze scientifiche e tecnologiche acquisite attraverso attività di ricerca e sviluppo. L’importo massimo degli aiuti previsti per ogni progetto è di 200mila euro.

La scadenza prevista per la presentazione dei progetti è il 30 settembre 2013.

Per partecipare al bando occorre predisporre la seguente documentazione: una domanda di partecipazione; un modulo di adesione (sottoscritto dal legale rappresentante) per ciascuna impresa che aderisce al raggruppamento, con i dati patrimoniali dell’azienda; descrizione dettagliata del progetto di innovazione; descrizione dell’ente di ricerca o il curriculum del fornitore di servizio che aderisce al raggruppamento; informativa sulla privacy.

Le imprese interessate devono raccogliere tutta la documentazione necessaria per accedere agli aiuti e inserirla in un unico plico con la dicitura “Sardegna Ricerche – Reti per l’Innovazione”.

La domanda di partecipazione (firmata dal legale rappresentante dell’impresa capofila) va inviata sia per via telematica alla PEC di Sardegna Ricerche (protocollo@cert.sardegnaricerche.it), che tramite raccomandata postale con ricevuta di ritorno a:
Sardegna Ricerche – loc. Piscina Manna, edificio 2 – 09010 Pula (Ca).

Bando “Azioni cluster bottom-up”

Obiettivo di questo secondo bando è quello di promuovere l’attivazione di iniziative strategiche per favorire e stimolare la collaborazione tra le imprese (almeno 5) dei settori ammessi nel bando e gli enti di ricerca su tematiche comuni legate all’innovazione della produzione e alla realizzazione di nuovi prodotti. (Possono partecipare in qualità di soggetti partner di progetto anche grandi imprese, università e centri di ricerca pubblici e privati sia sardi che non).

La scadenza per presentare le manifestazioni di interesse è il 25 marzo 2013.

Gli interventi non prevedono erogazione di aiuti alle imprese partecipanti che vengono invece attuati attraverso “Azioni Cluster”, e cioè: attività di animazione economica; attività di Ricerca, Sviluppo e Innovazione e di trasferimento tecnologico; attivazione di collaborazioni, scambi e partnership.

Tra i requisiti necessari per poter partecipare al bando, le imprese devono essere operative in Sardegna da almeno un anno ed essere iscritte al Registro delle imprese.

Il procedimento prevede la raccolta delle manifestazioni di interesse da parte delle imprese e degli organismi di ricerca per individuare le tematiche comuni sulle quali verranno sviluppate le attività delle Azioni Cluster da condividere e validare con le imprese che parteciperanno.

La manifestazione di interesse dovrà includere la documentazione prevista dall’avviso e inviata tramite raccomandata postale con ricevuta di ritorno in un unico plico con la dicitura “Proposta Azioni Cluster Bottom- up” a: Sardegna Ricerche – Loc. Piscina Manna, edificio 2 – 09010 Pula (Ca).

Inoltre, tutta la documentazione relativa alla manifestazione di interesse, deve essere spedita per via telematica alla casella PEC di Sardegna Ricerche: protocollo@cert.sardegnaricerche.it entro la scadenza prevista.

La dotazione finanziaria per gli interventi previsti (realizzazione di “Azioni Cluster Bottom-up) da questo bando ammonta a 3milioni di euro.

Bando “Azioni cluster Top-down”

Per quest’ultimo bando è prevista la collaborazione tra almeno 5 piccole e medie imprese con uno o più enti di ricerca (costituiti in ATI, Associazione temporanea di imprese) e altri partner di progetto, quali grandi imprese, centri regionali, enti pubblici.

Gli interventi sono attuati attraverso “azioni cluster top down” che consistono in iniziative proposte e realizzate da organismi di ricerca (con caratteristiche di enti pubblici) per le imprese di un determinato settore e dei settori complementari ad esse. L’obiettivo è quello di realizzare un progetto di sviluppo e innovazione riguardo problematiche comuni al gruppo (cluster) di imprese.

La finalità di questo bando è raccogliere le proposte e le manifestazioni di interesse dei soggetti ammessi a partecipare per l’attivazione di azioni di animazione economica, come ad esempio la promozione del comparto, l’aumento delle competenze nelle imprese, l’attivazione di collaborazioni e partnership, e altre attività.

I progetti potranno avere una durata massima di 18 mesi.

Il soggetto attuatore del progetto deve essere uno (o più, se costituito in Associazione temporanea di imprese) ed è il destinatario dei finanziamenti, mentre alle imprese aderenti al cluster (gruppo) e agli altri partner di progetto non viene erogato alcun contributo finanziario.

Le domande di partecipazione, presentate dagli organismi di ricerca, devono contenere: la scheda descrittiva delle caratteristiche e delle competenze dell’ente di ricerca che sarà il soggetto attuatore; le schede di adesione delle imprese aggregate e degli eventuali soggetti partner (grandi imprese, altri centri di ricerca non regionali, enti pubblici); la proposta del progetto di ricerca e sviluppo e innovazione con i contenuti e le fasi progettuali, le tematiche comuni sulle quali verranno messe in campo le attività di cluster; una sintesi (abstract) del progetto che dovrà essere anticipato a Sardegna Ricerche per consentire l’avvio delle valutazioni; l’informativa sulla Privacy ai sensi del D.lgs.

La sintesi del progetto (abstract) deve essere inviata a Sardegna Ricerche entro il 4 marzo 2013.

La proposta invece va inviata tramite raccomandata postale con ricevuta di ritorno (o Postacelere) entro il 25 marzo 2013 in un unico plico contenente tutta la modulistica prevista dal bando. All’esterno del plico è necessario indicare la dicitura “Proposta di Azioni Cluster – Top Down”. L’indirizzo a cui spedire la documentazione è: Sardegna Ricerche, loc. Piscina Manna – edificio 2, 09010 Pula (Ca).

Come per i bandi precedenti tutta la documentazione va trasmessa anche all’indirizzo di posta elettronica certificata di Sardegna Ricerche protocollo@cert.sardegnaricerche.it entro la stessa scadenza dell’invio a mezzo raccomandata (25 marzo 2013).

Per maggiori informazioni su tutti e tre i bandi, assistenza e chiarimenti contattare i responsabili del procedimento del bando (dott. Raimondo Mandis o dott.ssa Sabrina Orrù) dell’Unità Organizzativa Internazionalizzazione e Reti di imprese di Sardegna Ricerche: int@sardegnaricerche.it sito web www.sardegnaricerche.it




Letta 1455 volte


Notizia precedente
La tecnologia entra in azienda. Domani a Cagliari una fiera per le PMI di qualunque settore su "Le sfide dell'innovazione e dell'economia digitale"


Notizia successiva
Seminario per le imprese sul mercato digitale per la Pubblica Amministrazione